sen seo, il più esperto consulente seo che puoi trovare

Consulente SEO Comabbio

Vuoi affidarti ad un consulente seo a Comabbio? Allora questo è il luogo giusto!

Con una esperienza ventennale posso aiutare il tuo business, la tua attività a scalare i primi posti nei motori di ricerca con particolare attenzione all’indicizzazione di google. Applichiamo il nostro nuovissimo metodo 2019 per posizionarti nella prima pagina dei motori di ricerca.

grafico di una consulenza seo riuscita
Esempio di come può performare una consulenza seo a Comabbio

Hai bisogno di un consulente seo Comabbio che possa chiarire i tuoi dubbi sull'efficacia delle consulenze SEO?

Dovresti contattarmi il prima possibile. Nel 2019 non è complicato essere presenti sul web, magari lo era 10 anni fa. Quello che difficile oggi è essere visibili. Per questo hai bisogno di un consulente seo altamente specializzato. Senza delle strategie seo valide si rischia di invisibili anche se presenti nell’indice dei motori di ricerca. Tutte le azioni messe in atto da un esperto consulente seo (COMABBIO) sono incentrate sul posizionamento nei motori di ricerca, anche se la tua attività si trova a Comabbio. La domanda non è se “ho bisogno di una consulenza SEO a Comabbio?” ma è “come posso fare a meno di un consulente SEO se voglio fare business online partendo da Comabbio?”

Il consulente SEO Comabbio può migliorare il tuo posizionamento su google?

Assolutamente! Tieni presente una cosa, la maggior parte dei click generati dalla ricerca fanno riferimento a quei risultati posizionati tra la prima e la seconda pagina di google. Un buon consulente seo – Comabbio sarà in grado di posizionare il tuo sito in posizioni vantaggiose.

Una consulenza SEO Comabbio può aiutarti ad incrementare le vendite?

Un buona consulenza SEO potrebbe salvare il tuo negozio online perché stesso ottimi siti di vendita online e ottimi prodotti non generano le acquisti solo perché non si ha un buon posizionamento rispetto ai competitors. Anche in questo caso il consulente seo Comabbio può fare la differenza.

Il tuo sito web è stupendo ma non compare nei motori di ricerca?

Un proverbio giapponese narra di un bellissimo granello di sabbia, diverso da tutti gli altri. Un qualcosa di perfetto, luccicante, prezioso e unico. Ma talmente invisibile da non esistere… ecco, se non siete presenti nei principali motori di ricerca voi non esistete. Ti serve con urgenza un consulente seo (Comabbio)!

Consulente SEO COMABBIO - contattami

LASCIA LA TUA EMAIL PER UN PRIMO CONTATTO SENZA IMPEGNO

In alternativa contattami con

Consulente per Local SEO a Comabbio:

Comabbio (Cumàbi in dialetto varesotto[2]) è un comune italiano di 1.168 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

Secondo una teoria non confermabile allo stato attuale delle ricerche, il primo insediamento risalirebbe all’epoca neolitica, visto il ritrovamento nel Lago di Monate, assai vicino a Comabbio, di palafitte risalenti al periodo in questione[3]. Più probabile è il IV sec. a.C., dal momento che il termine ‘Comabbio’ pare derivi dal celtico ‘com’, ossia ‘curva’ o ‘conca’, a descrivere la conformazione morfologica del luogo che, addossato ad una catena di colline moreniche, offre proprio tale idea[4]. Certezze si hanno dal I sec. d.C., periodo a cui si data un sepolcreto romano quale testimonianza incontrovertibile della presenza di un villaggio romano proprio in quel periodo. Il Bertolone segnala il ritrovamento ai primi del Novecento di materiali archeologici riconducibili a età imperiale, materiali un tempo conservati al Museo Civico di Varese ed oggi andati perduti[5]. Indubbia è la presenza, sempre in quel periodo, di numerose strade di romana fattura che passavano proprio per Comabbio e ne garantirono in epoche seguenti una certa prosperità[6]. La storia di Comabbio è meglio ricostruibile dal 1005 in poi, anno della prima citazione rinvenuta negli atti notarili del Museo Diplomatico[7]. Si dà oramai per scontato che la Pieve di Brebbia, di cui all’epoca faceva parte anche Comabbio, fosse stata ceduta, insieme a molti altri feudi, all’arcivescovo di Milano Valperto dall’imperatore Ottone I intorno al 960 d.C., quale riconoscimento dei servigi resi dal prelato al neoeletto imperatore[8]. Non a caso il 22 giugno del 999 d.C. si legge che la Pieve di Brebbia fosse già in possesso all’arcivescovado milanese[9]. Quali conseguenze di questo fatto storico si hanno a Comabbio due circostanze: la prima è l’accrescimento della presenza fondiaria arcivescovile entro i confini comabbiesi dalla fine del X secolo in poi[10], la seconda è la nomina della famiglia de Curte di Brebbia quali feudatari di Comabbio[11]. Di incerta proprietà è invece il castrum, risalente al X secolo in epoca di invasioni ungare, per il quale l’ipotesi più accreditata lo verrebbe edificato da un consorzio di ricchi proprietari fondiari, poi in seguito ceduto alla famiglia de Curte[12]. La sua struttura, ricostruita da Lorenzo Frascotti, era quella del comune castello-recinto, per adottare la definizione cara a Carlo Perogalli[13], ossia una possente cinta muraria di cinque metri per uno di spessore cui erano annesse due torri, l’una d’avvistamento e l’altra con funzione di porta del villaggio. Parte delle mura sono ancora visibili e perfettamente integre. All’interno delle mura vi era un abitato più recente, il vicus, mentre il più antico, la villa, si stendeva sul lato sud-est del castrum. La vita economica della Comabbio a cavallo fra l’XI e il XIII secolo era fiorente. Buona parte della popolazione era impiegata in agricoltura, in particolare coltivazioni cerealicole, noci, alberi da frutto; un’altra parte era impiegata nell’allevamento ittico, come testimonia la presenza di numerose peschiere che si rinviene negli atti del Museo Diplomatico; un’altra era impiegata nell’edilizia; un’altra nell’allevamento soprattutto di ovini; una parte consistente, infine, era costituita da ricchi proprietari terrieri fra cui spiccano i nomi della famiglia de Curte, de Solario, de Puteo, de Fontana, Brugnoli de Ecclesia, de Besutio, una straordinaria concentrazione che si spiega solo con l’importanza del locus. Altissimo era il valore commerciale dei terreni agricoli, pari al quadruplo della vicina Ternate, al quintuplo della vicina Varano e a dieci volte Cologno Monzese. Tecnicamente evoluti erano i sistemi di irrigazione e di bonifica dei terreni paludosi, nonché la vita politica della cittadina che sicuramente fra il 1187 e il 1221 vantava una struttura di tipo comunale con doppia rappresentanza consolare per rustici e cortesi[14]. Risalente ad epoca longobarda era l’allora chiesa di Santa Maria, ampliata nel XII secolo con un porticato esterno e un campanile romanico[15]. Alla seconda metà del XII risale la chiesa di San Giacomo di Alfeo, abbattuta nel 1609 per far posto all’attuale Santuario della Beata Maria Vergine del Rosario. La coesistenza di due edifici religiosi nella stessa piazza è un topos dell’architettura varesina, ma riservata ai centri plebani di Angera, Brebbia, Domo Valtravaglia e Olgiate Olona, un lusso che denota già di suo l’importanza del luogo in epoca medioevale[16].

Lasciati trovare con l’aiuto del tuo consulente seo Comabbio.

(fonte: wikipedia)

Consulente seo Comabbio

Gabriele VENTURINI

Non sono un consulente seo come gli altri. Dei miei 45 anni almeno venti li ho passati sul campo come consulente SEO. Ma la cosa che mi distingue veramente è il fatto di avere competenze che spaziano dalla conoscenza del codice (SVILUPPATORE), al design (GRAFICO), alla gestione server (SISTEMISTA). Contattami per avere una prima consulenza gratuita.

COMABBIO: Consulente SEO